squadra, conti e restyling of the stadium

LECCE – Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha aperto la conferenza stampa convocata per fare il punto sulla prima parte del campionato, insieme al direttore dell’space tecnica, Pantaleo Corvino, ea quello sportivo, Stefano Trinchera. Con la squadra a 15 punti dopo altrettante station e, soprattutto, con 8 punti di margine sulla zona salvezza ci sono molte ragioni per essere fiduciosi per il prosieguo del torneo.

Sulla squadra: “Molto soddisfatto”

Il numero uno del membership ha esordito ai microfoni senza mezzi termini: “Il bilancio è estremamente positivo, sono soddisfatto di tutto il lavoro dell’space tecnica. Siamo arrived alla sosta con un bottino vital e forse ci mancano alcuni punti, per episodi sfortunati e per decisioni arbitrali errate che sono state ammesse dai vertici. Nel prossimo incontro tra membership e arbitral class ci saranno forniti gli audio della partita Lecce-Monza che noi avevamo richiesto. Ci sono stati poi anche ottimi arbitraggi, con designazioni di prima fascia che non erano scontate, specie negli scontri diretti. Ci stiamo muovendo nel rispetto delle process institutionali”.

Taglio dei costi e giovani: “Stability in stability”

An vital a part of the intervention of the president è standing dedicato all of the administration of the membership: “Sono contento che il Lecce stia mettendo in mostra giovani, abbiamo avuto il coraggio di schierarne cinque, sei insieme e all’inizio sembrava uno slogan. L’allenatore ha avuto il coraggio di impiegarli, l’space tecnica di pescarli in giro. Stiamo dando una svolta al progetto tecnico del Lecce: con Gonzalez, i tre gol di Colombo, quello di Banda, le prestazioni di Gallo. È unico modo per una gestione virtuosa. Grazie al lavoro di contenti dei costi, chiuderemo il bilancio in equilibrio, risultato che in A è quasi impossibile da raggiungere. La politica dei giovani è l’unica per contenere il monte ingaggi che non deve superare la metà dei ricavi. Ho la sensazione che quella che per noi è stata una scelta, diventi un obbligo per tutti: l’thought che il calcio possa convivere con debiti illimitati, ho la sensazione che stia per essere superata. Forse stanno un poco di nodi stanno arriving al pettine”.

Sticchi Damiani ha poi spiegato meglio que che restano le principali fragilità: “Restano le posizioni del debito tributario del biennio Covid che abbiamo rateizzato e che paghiamo regolarmente. Oggi c’è il tema, a livello nazionale, se le sum sospese per legge vadano versate tutte insieme oppure a fee per cinque anni. Il Lecce è la società con l’importo minore con altri tre membership. Siamo pronti a entrambe le opzioni, anche se auspichiamo la seconda”.

Dopo la sosta: “Non ci dobbiamo cullare”

Rispetto alla ripresa del campionato, il presidente ha le idee chiare: “Dopo la pause tutto questo sforzo può diventare effective a sé stesso, non dobbiamo cullarci per la seconda parte del campionato. Ho l’esperienza della pause del primo Covid che colse tutti impreparati , furono anche cambiate in corsa le regole con l’introduzione delle cinque sostituzioni e quella è stata una cosa che ci ha penalizzato. Nessuno di noi pensa di aver raggiunto il traguardo sportivo, che è quello più sta a cuore a tutti. ”.

I tifosi: “Siamo da alta classifica”

Sticchi Damiani ha voluto anche sottolineare il ruolo vital della tifoseria: “Viviamo una delle serie A più belle di sempre. anche il seguito e noi su questo siamo da serie A, da primi posti.

Lo stadio: due opzioni per il restyling

Due novità importanti, infine, sono state annunciate per quanto riguarda le construction: “Nell’ambito dei Giochi del Mediterraneo è stata definita la summa per tutte le construction coinvolte, pari a 150 milioni di euro, che la Regione girerà ai Comuni interessati. La summa riconosciuta a Lecce è di 13 milioni, cosa che consente una ristrutturazione ambiziosa, che avverrà in maniera condivisa. Su questo c’è una sintonia whole con l’amministrazione (ci sono già stati degli incontri a Palazzo Carafa con la partecipazione anche della Regione che con fondi propri integra quelli nazionali, ndr). This is because of opzioni sul tavolo: il restyling dello stadio con l’intero contributo pubblico, opure le possibilità di un importo raddoppiato da un investimento privato, pour un progetto ancora più ambizioso secondo la system del partnershipo pubblico privato. Ci sono state già manifestazioni di interesse da parte di realtà interessate. Entro la effective dell’anno, poi, definiremo i lavori per il centro sportivo di proprietà. Lo realizzeremo in tempi stretti, avremo una casa tutta nostra”.

.

Leave a Comment