Pioli alla sosta a -8 dal Napoli

Barak risponde al vantaggio lampo di Leao, poi al 92′ il clamoroso autogol di Milenkovic tra le proteste dei giocatori viola

End 2-1 Milan-Fiorentinamatch valido per la 15esima giornata di Serie A. I rossoneri partono a razzo e la sbloccano dopo 2′ con Leaopoi calano d’intensità e al 28′ vengono raggiunti dalla zampata di Barack. Nella ripresa i padroni di casa crescono, ma faticano a creare occasioni davvero pericolose e il match si maintainede in equilibrio fino al 92′, quando un autogol di Milenkovic affonda la Viola e regala i 3 punti alla squadra di Pioli, che va alla sosta restando a -8 dal Napoli capolista.

THE PARTITA

Con qualche sofferenza e una buona dose di fortuna il Milano if put così go spall it passaggio a vuoto di Cremona e limita i danni in vista del lungo cease per i Mondiali, garantendosi il secondo posto in classifica almeno fino a gennaio. The Fiorentina cade dopo tre vittorie consecutive e lo fa nella maniera più beffarda doable, anche se Italiano si può consolare con un’altra prova gagliarda.

Il Milan goes to 1000 all’ora e dopo 2′ è già avanti: splendida sponda di Giroud per Leao, che apres in due la difesa viola e trafigge Terracciano con un destro piazzato. Gli ospiti reagiscono immediatamente, prima impegnano Tatarusanu con Cabralpoi si disperano per un palo centrato in pieno da Biraghi, servito sulla corsa da Barak. Il Milan sembra un po’ in confusione, fatica a imbastire nuove azioni offensive e suffered il gioco degli avversari, che al 28′ trovano il meritato pareggio: bell’affondo di Ikone sulla destra, pallone per Barack che in qualche modo si gira, calcia e trova la deviazione decisive di Thiaw infilando l’1-1 sotto la pancia di Tatarusanu. It matches è molto ruvido, fisicamente intenso, ma reed molto spezzettato. Il Milan ha un paio di sussulti nel finale di frazione e al 45′ va vicinissimo al 2-1 con un inserimento di Diazma il pallonetto dello spanlo è allontanato da Venuti a pochi centimetri dalla linea di porta.

La squadra di Pioli riparte forte a initiation ripresa e dopo 5 ‘va ancora a un passo dal raddoppio, ma la zampata di Giroud trova la risposta d’istinto di Terracciano che salva i suoi. Pioli prova a tenere il piede sull’acceleratore inserendo Origin e Dest al posto di Diaz e Thiaw per aumentare il peso offensive della sua squadra. Italiano risponde con Duncan and Jovicche al 70′ crea i presupposti per il quasi autogol di Kalulu, sulla cui deviazione deve impegnarsi Tatarusanu. La partita si regge su un equilibrio delicato, anche se è semper il Milan a spingere di più: al 72′ Giroud goes vicino al tremendous gol in sforbiciata, my colpisce in maniara troppo sporca e il pallone si spegne sul fondo. Al 78′ luck più clamorosa capita sul destro di Leaoche dal cuore dell’space, utterly solo, spara in curva. Nessuna delle due squadre sembra disposta advert arrendersi e all’89’ è la Fiorentina advert assaporare il clamoroso ribaltone, ma Tomori canceled the conclusion a botta sicura di Ikoné quasi sulla linea di porta. Il pareggio sembra il risultato più scontato, ma al 92′ avviene l’imponderabile: sul cross di Vranckx esce a vuoto Terraccianoostacolato reed dallo stacco di Rebic, il pallone rimbalza, colpisce Milenkovic e si insacca nella porta rimasta sguarnita. Verify del Var tra le mille proteste dei viola per fallo sul portiere, ma Sozza convalida e San Siro può esultare.

THE PAGELLE

Leao 6.5 – Sblocca la partita con un gran gol dei suoi dopo 2′ di gioco e fino all’ultimo resta di gran lunga il giocatore più attivo e più pericoloso sul fronte offensive. Pesa sul suo giudizio il gol che si mangia a un quarto d’ora dalla high quality, per sua fortuna non decisive ai fini del risultato.
Diaz 5.5 – Un paio di spunti interessanti, ma reed lunghi momenti in cui galleggia tra le linee senza trovare il pallone e sparendo un po’ dalla partita. Non abbastanza per strappare una sufficienza.
Vacation spot 6.5 – Grande impatto dalla panchina: tanta spinta sulla destra e molti inserimenti anche centrali. Fa in modo che in pericoli non arrivino solo dalla parte di Theo.

Barack 6.5 – Scelto come titolare in extremis per il ko di Bonaventura dispute una grande prova sfruttando soprattutto le sue capacità di inserimento e trovando il gol del momentaneo pareggio.
Icon 6.5 – Tanta spinta, tanta pressione alla retroguardia avversaria. Gli manca solo un po’ di precisione in fase realizzativa.
Cabral 5 – Si vede solo dopo pochi minuti con una conclusione ravvicinata murata da Tatarusanu, poi tanto movimento ma poca sostanza.

THE TABELLINO

Milan-Fiorentina 2-1
Milano (4-2-3-1):Tatarusanu 6; Kalulu 6, Thiaw 6 (11′ st Dest 6.5), Tomori 6.5, Hernandez 6.5; Tonali 6 (40’st Rebic sv), Bennacer 6; Diaz 5.5 (11′ st Origi 5), Krunic 5 (30′ st Vranckx 6.5), Leao 6.5; Giroud 6.
Allenatore: Pioli 6
Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano 5.5; Dodo 6 (18′ Venuti 6.5), Milenkovic 5.5, Igor 6.5, Biraghi 6; Amrabat 6.5, Mandragora 6 (21’st Duncan 6); Ikoné 6.5, Barak 6.5 (30′ st Terzic 6), Saponara 6 (30′ st Kouame 6); Cabral 5 (21’st Jovic 5.5).
Allenatore: Italiano 6
Arbitro: Sozza
Marcatori: 2′ Leao (M), 28′ Barak (F), 90’+2 aut. Milenkovic (M)
Ammoniti: Diaz (M), Barak (F), Saponara (F), Mandragora (F), Jovic (F)
Espulsi:-

STATISTICS

• L’ultimo autogol al 90° in Serie A prima di oggi period stato di Venuti contro il Milan, il 20/11/2021.
• Rafael Leão è il quarto giocatore con più di cinque reti in almeno quattro di fila in Serie A con il Milan nell’period dei tre punti a vittoria, dopo George Weah, Kaká e Alexandre Pato.
• Il Milan ha vinto 10 delleultimate 11 partite casalinghe in Serie A, unica sconfitta il 18 september contro il Napoli.
• Cinque dei sei gol di Rafael Leão in questo campionato sono arrival in gare casalinghe.
• Due delle final quattro reti segnate dal Milan nei primi due minuti di gioco in Serie A portano la firma di Rafael Leão: quella di oggi e quella del 20 dicembre 2020 contre il Sassuolo.
• Antonin Barak ha segnato un gol in ciascuna delle sue final tre sfide contro il Milan al Meazza in Serie A.
• Antonin Barak ha segnato tre gol contro il Milan in Serie A, solo contro il Sassuolo (quattro) ha fatto meglio.
• La Fiorentina ha segnato nelle final quattro trasferte di Serie A, dopo che aveva mancato il gol in tre delle precedenti quattro.

Leave a Comment