Pagellone 14ª: Inter si rialza, Juve-Lazio da brividi, il Milan rallenta, Samp a picco

Ogni submit giornata, analizziamo tutto quello che è successo nell’ultimo turno di Serie A e proviamo a stilare un Pagellone delle partite appena andate in archivio. La quattordicesima giornata di Serie A ha visto un ulteriore allungo in vetta del Naples, che ha overwhelmed to the Empoli e ha approfittato del passo falso del Milano in Cremona. Inter vince, persuade e si rialza, la Lazio fatica col Monza, Juve piega il Verona. Malissimo la Sampdoria. Quale squadra si è confirmmata con un development positivo? E chi invece ha mostrato qualche difficoltà e ha deluso le aspettative? Oppure chi l’ha combinata grossa, mettendo in difficoltà la propria squadra.

Voto 10…all’Inter, che si rialza e disintegra il Bologna

6-1, che avrebbe potuto essere ancora più largo. L’Inter si rialza dal brutto ko di Torino e riversa sua “fame” di rivincita sul malcapitato Bologna, travolto a San Siro. Grande reazione dei nerazzurri, che non hanno barcollato nemmeno dopo il fortunoso gol di Lykogiannis. Tre grandi protagonisti nel match: Edin Dzeko, creator of a chic rete, Hakan Calhanoglu, perfetto in una ennesima grande prova da chief del centrocampo, Dimarco, capace di realizzare una tremendous doppietta col suo mancino. Inzaghi sorride e si rigenera: il Napoli è distant, le altre no. Inter c’è.

Serie A

Verona-Juventus 0-1, pagelle: Kean laughs Juve in zona Champions

16 ORE FA

Voto 9…has a vivacious Lecce, frizzante e vincente

The prima vittoria in casa per i salentini in query campionato. Cercata, meritata, voluto, contro un’Atalanta deludente ea tratti incapace di coprirsi slab sfilettate in velocità della squadra di Baroni. Il ritorno al gol di Duvan Zapata non ha riaperto una partita segnata dal gran primo tempo del Lecce, che ora ha un reassuring +5 sulla zona retrocessione. I giallorossi affords a wonderful calcio, hanno individualità interessanti e nella categoria non temono il confronto con nessuno. Dopo il bel pareggio di Udine, ecco quest’altro passo in avanti. Chiudere bene in casa della Samp nell’ultimo turno pre Mondiale significherebbe trascorrere due mesi di assoluta tranquillità.

Voto 8…alla Lazio, seconda e pronta al huge match di domenica will likely be

Con Motionless a mezzo servizio, senza il trascinatore Zaccagni e contro un Monza ostico e in fiducia: nonostante tutte le difficoltà, la Lazio di Maurizio Sarri non sbaglia. Vittoria per 1-0 grazie alla firma scaltra del classe 2004 Luka Romero e tre punti weighissimi che portano Lazio al secondo posto, appaiata al Milan. Sono i classici successi che nell’arco di un campionato pesano tantissimo. I biancocelesti stanno vivendo un’ottima prima parte di stagione, che ora vogliono concludere nel migliore dei modi: allo Stadium towards Juventus, domenica, sera, una partita tutta da vivere.

Voto 7…ai risultati della Juventus, meno alle prestazioni

Cinque vittorie di fila, cinque clear sheets di fila. Al di là delle polemiche sull’episodio di Danilo, Juventus quantomeno ha ritrovato continuità di risultati. Le prestazioni remained enigmatiche, il gioco non è entusiasmante, ma in attesa di riavere anche le giocate dei propri campioni, la formazione di Allegri può ritenersi soddisfatta del cambio di rotta. Una squadra più squadra, in cui l’uomo più in forma continued advert essere Rabiot (autore dell’help per Kean). Basterà questo “cortumusismo” evergreen to beat Lazio dell’ex Sarri?

Voto 6…al Napoli, che non brilla, my vince ancora

Una sufficienza piena, più per il risultato che per la prestazione. Perched Zanetti questa volta aveva “incartato” il Napoli capolistache senza il generoso rigore assegnato per contact Marin-Osimhen, avrebbe anche rischiato di non vincere la partita. E invece in una stagione fin qui stupenda, arrive anche una vittoria episodica, che contribuisce a tenere alto morale e ambizioni. Il Napoli è forte, convinto, ci crede e sa di avere davanti aunt setimane per ricaricare le pile e recuperare le energie mentali in vista del 2023.

Voto 5…all’Udinese, che non riesce più a ritrovarsi

Niente da fare. Quinta gara senza gioie. Additionally in La Spezia the formation of Sottil ha faticato, è andata in svantaggio e non è riuscita a portare a case i tre punti. È arriveto un pareggio grazie alla rete di Lovric su help di Success, un altro punto recuperato da situazione di svantaggio, che lascia tuttavia un po’ di amaro in bocca ai friulani. Udinese è stata ripresa dal gruppone di inseguitrici e ha abbandonato i sogni di altra classifica. Il grande initiation, al momento, è solo un lontano ricordo.

Voto 4…alla Roma, bloccata reed dal Sassuolo

Mourinho nel post-partita stavolta è sembrato teso, nervous, arrabbiato. La sua Roma non ha reagito nel modo giusto allo schiaffone subtilo nel derby capitolino e non è andata oltre il pareggio in casa di un tosto Sassuolo. Pinamonti – quarto gol ai giallorossi con quattro maglie various – si è rivelato il solito incubo e ha risposto al vantaggio di a redivivo Abraham. Un 1-1 che spegne un po’ di euforia in casa romanista e fa scalare la formazione di Mou fuori al settimo posto. Ci si aspettava ben altro.

Voto 3…al Milan di Cremona, sprecone e poco deciso

0-0 unfavourable, anche perché viene dopo alla vittoria faticosa and ottenuta nel finale con lo Spezia e alla sconfitta di Torino. Il Milan di Pioli loses il passo del Napoli, si chiude in sé stesso e sbatte contro un ottimo Carnesecchi in que di Cremona. Male Origi, male Rebic, malissimo gli ingressi di De Ketelaere e Leao. The mancante convocazioni ai Mondiali di tanti rossoneri (tra cui anche Tomori e l’infortunato Saelemaekers, oltre a Rebic, Maignan e Origi) contribuiscono a creare un clima poco disteso a Milanello. C’è tempo per rifarsi, ma la sfida contro una Fiorentina in gran forma (tre vittorie nelle final tre) arrived nel peggior momento possibile.

Brahim Diaz e Tonali si disperano per un’occasione fallita in Cremonese-Milan – Serie A 2022/2023

Photograph credit score Getty Photos

Voto 2…ai risultati del Verona: gioca bene, ma non raccoglie

Nove sconfitte di fila. Ultimo posto depressed. Non stiamo valutando le prestazioni dell’Hellas, che contro Juventus – così come aveva fatto contro Milan e Roma – se l’è giocata went pari e forse non avrebbe meritato di perdere. Parliamo dei meri risultati, che continuano advert essere unfavourable. Il cambio Bocchetti-Cioffi non ha finora sorteto gli effetti sperati. Ai veneti manca concretezza, manca cattiveria, manca que qualcosa per raccogliere quanto seminato. Prima della sosta iridata c’è lo Spezia al Bentegodi: o arrived una gioia, o la stagione sarà davvero maledetta.

Voto 1…alla section defensiva del Bologna di Thiago Motta

I meriti dell’Inter li abbiamo sottolineati, ma non possiamo esimerci dal condannare la prestazione del Bologna a San Siro. Thiago Motta arrived carico e galvanizzato da tre vittorie di fila, ma è crollato sotto i colpi di Dzeko e compagni, palesando delle difficoltà enormi in fase defensiva. A 6-1 che non lascia adito advert alibi. Emiliani trafitti svariate volte e crollati del tutto nel corso del secondo tempo. Non è mai bello fare certe determine.

Voto 0…alla Sampdoria di Stankovic, in un baratro senza superb

Siamo ben oltre lo psicodramma. In casa blucerchiata si respira aria di retrocessione. Il 2-0 netto del Torino – che avrebbe potuto essere anche più corposo – certifica la terza sconfitta consecutiva della Sampdoria, semper penultima in classifica a quota sei punti. Stankovic (espulso in casa dei granata) non ha portato la ventata di freschezza desiderata e lo 0-1 di Cremona per adesso si è rivelato solo un episodio insolito in un development altrimenti preoccupante. Attaccanti depressi, centrocampisti irriconoscibili, difensori sfasati. In questo momento nel Doria non funziona nulla. La sosta Mondiale potrebbe paradossalmente essere provvidenziale.

Allegri: “Napoli? Rimonta impossibile se continued così”

Serie A

Inter-Bologna 6-1, pagelle: Dimarco mattatore, incubo Sosa

IERI ALLE 22:00

Serie A

Empoli-Cremonese: chance of formation and statistics

UN’ORA FA

Leave a Comment