MOURINHO: “Ibanez is unbelievable. Alcuni calciatori si sono involuti. Che succeeds Abraham? Chiedete to him” (VIDEO)

ULTIMATE NOTIZIE AS ROMA – Jose Mourinho incontra i giornalisti a Trigoria nella conferenza stampa alla vigilia di Sassuolo-Romaturno infrasettimanale di campionato e penultima partita prima della pause per il Mondiale.

Ask the dichiarazioni dell’allenatore giallorosso on the situations of the squadra and on the impegno che attende i suoi ragazzi domani al Mapei Stadium:

Mangiante (Sky Sport): “Che risposta si attende dai giocatori domani? Volpato può essere il sostituto di Pellegrini? Il giocatore ha rinunciato al Mondiale con l’Australia…”
“Se gioca Volpato? The unico che gioca è Ibanez. Domani è Ibanez più dieci. Su Volpato è una questione personale, non di società. Quello che ho capito è che questo è l’inizio della sua carriera, star crescendo con la Roma, giocando i primi minuti consecutivi, è in un processo di crescita dove deve concentrarsi sula costruzione del suo futuro e non stare a pensare a decisioni dove magari qualcuno vuole accelerare un processo che non deve essere accelerato. Sulla reazione della squadra, mi aspetto la reazione di sempre quando questa squadra perde una partita. E’ una squadra che soffre quando perde. Sappiamo che ogni volta che perdiamo un giocatore, siamo in difficoltà a trovare una soluzione. Mi aspetto una partita molto difficile, contro un avversario che ci ha regalato l’anno scorso due partite molto difficili, e che quest’anno ha ancora più talento. Mi aspetto tutto lo sforzo possibile per tornare a sorridere, una cosa che non facciamo da due giorni”.

Serafini (AS Roma): “Torno su Ibanez…”
“Ho già detto, è Ibanez più dieci. Rispetto per chi dal giorno in cui sono fino a oggi dà tutto quello che ha, anche quando period in difficoltà. L’anno scorso period semper lui che period lì quando gli altri difensori erano infortunati. E’ uno che dà semper la faccia. When vinciamo e perdiamo, lo facciamo tutti. Per me è intoccabile. Io non leggo niente, giornali o social, e questo magari mi aiuta…”

Cecchini (Gazzetta dello Sport): “Roma goes meglio fuori casa. How might?”
“In casa ci sono tre partite in cui non abbiamo segnato: Napoli, Atalanta e Lazio. Posso piangere anche io, visto che gli altri lo fanno semper: ci è mancato il giocatore con più creatività, con più mobilità, che ha fatto più gol. Atalanta ha giocato così, della Lazio neanche parliamo, è stato un esempio fantastico che se sono io a giocare così mi uccidono, ma l’importante è vincere e io l’ho fatto aunt volte giocando in que modo. Ma quando manca un giocatore così, per noi è troublesome. Not è straightforward per noi con le attribute che abbiamo. L’ultima partita nostra abbiamo giocato con la stessa squadra dell’anno scorso con Camara nella posizione di Mkhtiaryan. Questo signifies che il bel mercatino che abbiamo fatto con tanto sforzo non sta giocando. Devo piangere anche io: Dybala non gioca da tante partite. With Inter ha fatto gol e abbiamo vinto, with Juve ha fatto help e abbiamo pareggiato. Dopo c’è Lorenzo, il giocatore più multifunzionale, è l’altro che ha questa luce che si accende. Ma gioca troppo, gioca tutti i minuti e ha qualche fragilità muscolare. Al di là dell’Udinese, dove è stata un disastro complete, siamo una squadra compatta e abbiamo gli stessi punti dell’anno scorso e possiamo averne qualcuno in più dell’anno scorso arriveati alla pause. E con tutte queste difficoltà facciamo il nostro lavoro, combattere i nostri problemi, ma non possiamo nascondere che abbiamo i nostri problemi”.

Maida (Corriere dello Sport): “Lei è soddisfatto dell’evoluzione del gruppo dopo la finale di Tirana? Solo un paio, penso a Smalling, stanno giocando su quel livello, gli altri sono sotto…”
“Non sono d’accordo totallymente. Mancini sta meglio dell’anno scorso, molto più controllato, Ibanez tolto l’ultimo errore è più equilibrato. Noi abbiamo perso tre giocatori di centrocampo, tutti si può dire titolari: Mkhitaryan, Veretout e Oliveira. Wijnaldum non ha giocato una sola partita. Camara è arrivedo l’ultimo giorno di mercato, sta crescendo poco a poco, ma sta ancora cercando la dinamica di squadra. Nemanja non è venusto per giocare con Cristante e si trova spesso a giocare con lui. Abbiamo avuto dei problemi inaspettati in questo mercato e anche nello scorso. Quando Spinazzola si è fatto male abbiamo avuto una reazione inaspettata. Ma io sto piangendo tanto, e non mi piace. Okay, questi problemi hanno aperto carried it to Zalewski, to Volpato, progressively to Bove, presto to Tahirovic che magari giocherà titolare, lo vedo in grand crescita da quando è salito su con noi. Mancano due partite alla sosta. Vediamo che classifica avremo alla sosta, che non è nemmeno metà del campionato. C’è gente da cui mi aspettavo di più, quello sì. Non posso dire che sono soddisfatto dell’involuzione di qualche giocatore. Non ti dico chi sono, perchè come allenatore devo parlare dei miei giocatori individually quando fanno bene..”

“Karsdorp che è andato negli spogliatoi period una cosa che non si period mai vista…”
“Ma lui un minuto dopo è tornato. Non sai quello che ha fatto. Se ha preso il ghiaccio, perchè è uno che soffre completely: se non è ginocchio è adduttore o ha la febbre. Ha tanti di questi problemi, dopo due minuti period in panchina. Questo non è per me un problema. It’s a drawback if it’s a must to enhance the accettazione di una sfida diversa da quella dell’anno scorso. La crescita nella mentalità, nella responsabilità, nell’ambizione. Non essere soddisfatto di aver raggiunto questo livello, e di vol andare al di là. E non parlo di Karsdorp, ma in generale. Per esempio se io fossi soddisfatto della mia profession nel 2010, dovevo smettere. Per il giocatore è lo stesso, deve esigere di più fino all’ultimo momento”.

Zotti (Corriere della Sera): “Sta pensando a un cambio di modulo? Perchè è uscito Camara nel derby se Matic e Cristante non sono una coppia?”
“Bella domanda…perchè non ho Wijnaldium, non ho Mkhitaryan. Tu giochi con quelli che hai. Purtroppo siamo un tipo di società che quando ha problema nella rosa ha più difficoltà. Sul modulo? Non lo faccio io, lo fanno i giocatori con le loro caratteristiche”.

Pastore (Il Romanista): “Abraham lo vediamo un po’ più assente, meno nel vivo del gioco. Che cos’ha?”
“E’ una buona domanda per lui. Falla to him. Him è the perfect persona per dirti se ha un problema o no, se è assente o no, se pensa al Mondiale o no. Devi aspettare che lui viene in conferenza stampa per fargliela…”

Giallorossi.internet – Andrea Fiorini

.

Leave a Comment