MELLI: “Mourinho la più grossa delusione del calcio italiano da quando è tornato”

La prima fetta di stagione della Roma si chiude con il pareggio interno contro il Torino. “Attraverso un minimo di gioco, che la Roma non ha, si sarebbe potuto ovviare al periodo damaging” attacked Mario Mattioli. “Ci sono responsabilità di Mourinho, è evidente, ma le principali sono di quei giocatori che dovevano crescere con la vittoria della Convention e invece non l’hanno fatto” the evaluation di Augusto Ciardi. Più duro con lo Particular One è, invece, Franco Mellisecondo cui il portoghese “è la più grossa delusione del calcio italiano da quando è tornato alla Roma”.

Francesco Balzani guarda al mercato: “Pinto aiuti Mourinho a gennaio perché finora non l’ha mai fatto”. È accordo Gianluca Lengua: “In due sessioni di mercato non è stata fatta una marketing campaign acquisti degna di Mourinho”.

_____

Questo e tanto altro in Massimo Ascolto“, heading of LAROMA24.IT curata dalla redazione. Una passeggiata tra iù most importanti programmi radiofonici della capital. Buona lettura.

_____

Mourinho è la più grossa delusione del calcio italiano da quando è tornato alla Roma (FRANCO MELLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Mourinho sta diventando classic, cube cose che non riesco più a capire. Il discorso Dybala è evidente, ma ci sono altre squadre che hanno perso giocatori e hanno giocato (FURIO FOCOLARI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Ho la sensazione che, siccome ha in mano i tifosi, la Roma non è più la Roma ma è Mourinho (ILARIO DI GIOVAMBATTISTA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Mourinho is a good allenatore however the best self-criticism together with his stesso with Dybala cambia la Roma. Ma allora gli altri giocatori, compreso l’allenatore, a cosa servono se basta l’argentino? If disprezza l’importanza degli altri, mi sembra un errore strategico di Mourinho (ALESSANDRO VOCALELLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Più si abbassa la media dei compagni più viene fuori la qualità di Dybala, forse una cosa compensated for the opposite. C’è una normalità sparsa lungo la squadra che, per esempio, l’anno scorso veniva risolta dai gol di Abraham o qualcosa del genere. È chiaro che Dybala sia determinante, non c’è dubbio (MARIO SCONCERTI, Tele Radio Stereo, 92.7)

The alibi delle assenze è un alibi vero, non una scusa. Questa squadra deve essere riempita di contenti tecnici, può giocare meglio e avere più proposta, ma qual è il modo? Se non puoi fare mercato e pritere giocatori superiori, detto che ci sono dei valori da esplorare, il modo è il lavoro, le idee. Tutti devono alzare il livello (STEFANO BORGHI, Tele Radio Stereo, 92.7)

In due sessioni di mercato non è stata fatta una marketing campaign acquisti degna di Mourinho (GIANLUCA LENGUA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

Quello che abbiamo visto ieri non è più giustificabile. Un altro pareggio che sa di sconfitta. 70 minuti di niente, senza anima, senza qualità, senza intenzioni, senza coraggio, senza voglia di vincere nonostante la meravigliosa cornice di pubblico. Una squadra irrispettosa e senza onore al cospetto di un pubblico, il popolo romanista, che non merita tutto questo. Nessun tifoso romanista merita questo schifo, soprattutto dopo aver lambito la speranza di poter banchettare ai vertici della classifica. Chi ha concessiono a questa gente di giocare a targhe alternate? L’ennesima figured di m… Mourinho? Chiederne la testa è da teschi disabitati, soffermarsi sull’estetica del suo calcio non serve a nulla. Le sue squadre combattono e qui non sta accadendo. Su questo aspetto c’è da porsi delle domande anche sulla sua gestione (MAX LEGGERI, Rete Sport 104.2)

Ieri pomeriggio comforting and miserable. Primo tempo da boh: boh sui singoli, sulla prestazione, boh su come è stata preparata la partita, su come è stata sviluppata. He nulla cosmico. Il commento nel finale è stato ari boh, perchè al di là del sussulto vissuto nei famigerati 20 minuti finali, non ho visto nulla di diverso rispetto a tante altre occasioni in cui la Roma genera questi mischioni confusi, frutto di impeto emotivo e non di organizzazione . Sconfortante poi è stato il tenore arrendevole delle dichiarazioni di Mourinho: si parla solo e costantemente di atteggiamenti, problemi psicologici, richiami alle armi emotive, ma di calcio zero. La Roma non gioca a calcio, practiced one other tough sport anche da definire: a tratti sembra rugby (CHECCO ODDO CASANO, Rete Sport 104.2


La Roma ha giocato una partita rendendola complicatissima. La presenza di Dybala in campo ti da la speranza che possa succedere qualcosa, come è successo. Tutti devono farsi un esame di coscienza. Ci sarà tempo per recuperare i giocatori che ti portano advert una qualità di gioco migliore. Ieri Volpato non ha preso una giocata giusta ed Abraham sembra svanito. (ROBERTO PRUZZO, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino, Sport and Information)

Bisogna capire like Roma riesca a far semper segnare gli altri. Il Torino e il Sassuolo non sono più forti della Roma ma hanno giocato meglio, non c’è uno sviluppo di gioco che porti advert un’occasione da gol. Non puoi contare solo su Dybala (NANDO ORSI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino, Sport and Information)

Questo rifugiarsi nell’assenza di Dybala lo trovo un po’ esagerato. Attraverso un minimo di gioco, che la Roma non ha, si sarebbe potuto ovviare al periodo damaging. La Roma non ha gioco e non capisco perchè Mourinho non cambia modulo. (MARIO MATTIOLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino, Sport and Information)

La vecchia guardia, da Mancini a Cristante, Ibanez, Pellegrini e Zaniolo, sono qui da anni ei loro risultati sono semper questi, è un gruppo perde. Ci sono responsabilità di Mourinho, è evidente, ma le principali sono di quei giocatori che dovevano crescere con la vittoria della Convention e invece non l’hanno fatto (AUGUSTO CIARDI, Tele Radio Stereo, 92.7)

Dybala tu non lo alleni perché sa trovare la posizione, conosce le giocate. Ma gli altri 20 vanno allenati, organizzati: non puoi aspettare che sia un giocatore advert accendere la luce. Si parla di mentalità ma faccio fatica a capire: non vedo una squadra svogliata, anzi si sforza di fare qualcosa (UBALDO RIGHETTI, Tele Radio Stereo, 92.7)

Dopo ieri mi sono convinto che il bel gioco lo facciano i giocatori bravi: ieri si è vista la Roma migliore delle final 4-5 partite nei 20 minuti finali. Pinto aiuti Mourinho a gennaio perché finora non l’ha mai fatto (FRANCESCO BALZANI, Centro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)

La Roma non si è mossa dall’anno scorso. Vedere giocare una squadra così male è deprimente. La rosa della Roma è un’ottima rosa, potrebbe fare molto di più, Mourinho deve trovare delle soluzioni. The involuzione di alcuni giocatori è preoccupante, Abraham oggi è peggio di quasi tutti gli attaccanti titolari della Serie A. Mi dispiace per Belotti, ma ieri non avrebbe mai dovuto tirare qu’rigore, period troppo heavy. La sosta arrived al momento giusto (VALERIO PAOLUCCI, PlayRoma)

Francamento ora arrivee quarti mi sembra complicato. Puoi fare la corsa su Lazio o Atalanta ma riprendere Inter o Juventus mi sembra tough (ANTONIO FELICI, Centro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)

Roma are in a tough time. Il gioco della Roma è imbarazzante, dopo un anno e mezzo non si vede un’concept. Dybala dovrebbe portarti da 90 a 100, non da 0 a ten. Non si segnano 27 gol per caso: Abraham è un giocatore forte, ma ha clearly a psychologico ed emotivo restrict. Mi sembra molto difficile recuperare da questa situazione (MARCO ADNREOLI, PlayRoma)

I primi 70 minuti della Roma sono imbarazzanti. Abraham è l’ombra di sé stesso, le parole di Mourinho mi fanno pensare che il ragazzo abbia dei limiti difficilmente risolvibili. Secondo me è un attaccante molto forte, ma è difficile uscire dal tunnel in cui si è infilato da solo (LUCA PAPPAIANNI, PlayRoma)

Leave a Comment