Lecce-Atalanta 2-1: gol di Baschirotto, Di Francesco and Zapata

I giallorossi tornano al successo dopo quasi due mesi ed è il primo in casa. Brutto primo tempo dei bergamaschi che poi crescono ma sbagliano troppo: a segno Zapata

È arrived la prima vittoria in casa per il Lecce. Che si regala i tre punti nella sera in cui il presidente Saverio Sticchi Damiani festeggia i sette anni di presidency. È una serata speciale. Perché la vittima è l’Atalanta che undergoes la terza sconfitta nelle final quattro partite, e viene stordita nel primo tempo dal terribile uno-due dei giallorossi che giocano a gran ritmo e bissano la bella prova di Udine. Il successo (2-1) che qui diventa storico porte la firma dei due Federico: Baschirotto, l’anima, il volto del sacrifice di questa squadra e Di Francesco che all’Atalanta dà semper dei dispiaceri. Non basta la rete di Zapata che al Lecce segnò l’ultima tripletta nel marzo del 2020 e al quale il gol mancava dal 23 aprile scorso. Gasperini aveva detto alla vigilia che non guardava la classifica. Fa bene a non guardarla perché la flessione delle final station lo tiene a quota 27. Mentre il Lecce può e deve guardarla eccome la classifica. Perché query tre punti lo portano a 12 punti e gli fanno superare lo Spezia che ieri ha fermato l’Udinese. La vittoria è meritatissima e corona mesi di lavoro di un gruppo umile che lotta alla morte su ogni prima e seconda palla.

First time

He pre partita del By way of del Mare è semper ricco. Prima gli Sbandieratori e Musici del rione San Basilio Oria, poi la maglietta mostrata con orgoglio dal presidente Saverio Sticchi Damiani che, attorniato dai soci fratelli Carofalo, festeggia i sette anni di presidenza del membership. In campo Marco Baroni lascia Umtiti in panchina anche se totalmente recuperato. Dietro quindi i classici quattro: Gendrey, Pongracic, Baschirotto e Gallo. In attaco ancora fiducia a Colombo mentre a sinistra nel tridente c’è Federico Di Francesco. Gian Piero Gasperini, invece, fa la rivoluzione rispetto alla partita persa in casa col Napoli. Ne cambia ben nove, portiere compreso. C’è Sportiello e non Musso. Gli unici due “superstiti” sono Pasalic, sistemato dietro Zapata e Malinovskyi, ed Ederson che gioca tra i quattro di centrocampo on Soppy, de Roon e Zortea. Passano 5′ e l’Atalanta già scatta con Zapata che lanciato a rete viene rimontato da Pongracic con Falcone attento sula conclusione. La reproduction del Lecce è del solito Strefezza su serpentina di Colombo, ma il tiro è troppo centrale. Zortea fatica a prize il brasiliano, lo tiene anche per la maglia. Ma è l’Atalanta che va pericolosa in space con il solito Hjulmand che in scivolata fa un recupero straordinario su Pasalic. Da quel momento sale in cattedra la squadra giallorosa, orchestrata dal regista danese e ispirata slab due frecce del tridente. Al 27 Djimsiti rimadi su Di Francesco, ma un minuto dopo il Lecce handed: nook corto per Strefezza che crossa per la sponda alta di Gonzalez che trova la testa di Baschirotto libero al centro. Vantaggio and festa. Ma al 30′ c’è il bis e il By way of del Mare esplode: Okoli loses a palla sciagurata con Colombo in agguato che serve Di Francesco che letteralmente vola e fulmina Sportiello. The Dea si conferma la vittima preferita per Di Fra che le segna il quarto gol. È a delirio. Il Lecce è scatenato, Atalanta l’ombra di se stessa. Ma al 40′ proprio Zapata, forse il più in ombra dei suoi interpreta al meglio il bel lancio di Malinovskyi si infila tra Pongracic e Gendrey e fa secco Falcone dimezzando lo svantaggio.

Ripresa

Gasperini, furibondo, cambia subtilo: dentro Koopmeiners per De Roon e Maehle per Soppy. La Dea vuole il pareggio, prise campo e il pallino del gioco. Infatti al 13′ Falcone deve compiere una prodezza per mandare in angolo il colpo di testa di Okoli (la sua prima cosa bella). Il Lecce è entrato in riserva, ma dove non arriveano gli altri arrive semper Hjulmand a tappare ogni falla. Baroni lo capisce, ma Di Francesco ha un ultimo sussulto: tiro a giro alto di poco. E quindi through alle sostituzioni degli esterni stremati: fuori Di Fra e Strefezz, dentro Banda e Oudin. C’è bisogno di forze fresche. Reed nell’Atalanta che al 24′ gioca la carte Lookman che fuori casa ha firmato tre gol in sei partite. Al 27′ Baroni spende altri due cambi: Bistrovic per l’esausto Blin e Ceesay per Colombo. Al 33′ è proprio Koopmeiners, lanciato da Zortea (Aureliano sorvola su un fallo ai danni di un giallorosso) che si mangia il pari calciando fuori con Falcone in uscita. Gasp è disperato e ricorre all’artiglieria gravie: dentro pure Boga e Hojlund: Sono quattro punte. È ovviamente una partita a scacchi: Baroni deve coprirsi. Fuori Gendrey within the expertise of Samuel Umtiti. Con Baschirotto che si sposta terzino destro. Perched the Dea started the ultimo assedio. Blin ci prova da fuori, ma trova la deviazione in angolo. All’Atalana restano gli ultimi 5′ di recupero. Non servono neppure quelli. Il fortino del Lecce resists. Ed è la prima vittoria al By way of del Mare.

.

Leave a Comment