Gosens tra Inter e Germania, 8 days per convincere Inzaghi e Flick

Nelle final 3 gare di campionato il tedesco deve convincere Inzaghi per scongiurare un addio a gennaio e Flick per un posto in Qatar. I nerazzurri, nel frattempo…

Tre likelihood e un bivio per Robin Gosens. Perché il tempo stringe e, a questo punto, il futuro (quello a breve finis) seems semper più un’incognita, tanto in chiave nerazzurra quanto Mondiale. The ex atalantino remained una sorta di oggetto misterioso, tanto da intravedere all’orizzonte anche l’ipotesi di un trasferimento nel prossimo mercato invernale. Nulla di deciso, per carità, ma l’Inter farà necessariamente le sue valutazioni a quasi un anno dall’arrivo del tedesco, che non è ancora riuscito a ritagliarsi quello spazio che tutti (tecnico e directenti in primis) si sarebbero aspettati.

Al netto dei problemi fisici che ne hanno ostacolato l’inserimento negli ingranaggi nerazzurri, Gosens fatica advert acquisire continuità ed è chiaramente retrocesso nelle gerarchie del tecnico dietro a Dimarco. Ora il tempo per recuperare il terreno perdto è ormai è agli sgoccioli.

obiettivo

L’obiettivo di Gosens è duplice, su questo non ci piove: diventare protagonista in nerazzurro e convincere il selezionatore tedesco a portarlo in Qatar. Ora come ora, paiono entrambe missioni ai limiti dell’impossibile, perché – calendario alla mano – al tedesco resterebbero sole tre occasioni. In realtà, anche meno considerando l’attuale predilezione di Inzaghi per Dimarco. Ma l’ex atalantino è consapevole di doversi aggrappare a ciò che reste, che signifies cercare di sfruttare al meglio le likelihood a disposizione. In settimana con il Bayern non è andata proprio benissimo, ma nel caso specifico esistevano attenuanti. Senza dubbio, un acuto in questo momento (magari contro un avversario di livello come Juve o Atalanta) sarebbe helpful a convincere quantomeno Flick, a cui serve la garanzia di poter contare su elementi pronti all’uso pendante il mese dei Mondiali. La motivazione, in questo senso, potrebbe essere garanzia sufficiente per concedere ulteriore fiducia al tedesco.

conto in sospeso

Reed perched, in fondo, the principle mission of Gosens remained quella di pritersi que ruolo di protagonista che avrebbe dovuto vestire sin dall’arrivo a Milano. Difficile che ci riesca prima della sosta, per non dire impossibile, my helpful sarebbe lanciare almeno un segnale dopo essere stato relegato (di fatto) al ruolo di rincalzo. L’Inter ha bisogno di capire che può tornare il Gosens ammirato all’Atalanta, mentre il tedesco ha bisogno di tornare to really feel so necessary. Fare bene nei pochi impegni che restano aiuterebbe a porre quantomeno le basi per ripartire di slancio a gennaio, gettandosi alle spalle una prima annata tormentata. Questa prima parte di stagione non è andata secondo i piani, ma c’è ancora il tempo per cambiare registro, a patto che ci sia la volontà reciproca di farlo.

different

If perched, così come è necessario che Gosens recupari la miglior versione di sé, è necessario anche che i nerazzurri continuino a credere nella sua capacità di se le redini della corsia sinistra et farsi carico dell’eredità di Perisic. Sino advert oggi, Inter ha semper creduto nella bontà dell’investimento fatto lo scorso gennaio pour portarlo a Milano, ma ciò non toglie che la directionnza continui a guardarsi attorno per valutare ogni possibile state of affairs. Tradotto: if he tedesco not dovesse dare cenni di ripresa, è realistico pensare anche a un intervento sul mercato. Logicamente con due elementary premesse: il bisogno, nell’eventualità, di trovare prima una sistemazione a Gosens stesso, e la consideration del ruolo assunto ormai da Dimarco, che si sta dimostrando all’altezza del compito. Il ruolo dell’esterno lombardo cresciuto nel vivaio nerazzurro diventerebbe ovviamente elementary nell’indirizzare la ricerca del profilo giusto per rinforzare la fascia sinistra.

identify caldi

Non è ancora il momento delle scelte, ma in questo senso l’Inter prosegue il monitoraggio. I nomi sempre in cima alla listing dell’advert Beppe Marotta sono quelli di Pedraza, Mazzocchi, Borna Sosa e Bensebaini, tutti profili in grado di coniugare esigenze tecniche ed economiche (perché raggiungibili a costi relativamente contenti). C’è però anche dell’altro, perché di recente Baccin è tornato dalla missione in Sud America con qualche relazione interessante. Nomi prime secret, ma quello del giovane difensore Matturro non è stato l’unico nome sottolineato in grassetto. L’eventuale ricambio a sinistra dipende anche molto slab richieste che arriveanno all’Inter per Gosens, ma questo non sembra un problema: il tedesco ha ancora numerosi estimatori in patria, dove – stando alle indiscrezioni della stampa locale – ci sarebbero almeno quattro membership disposti a darsi battaglia per averlo già a gennaio. Oltre al Bayer Leverkusen, che aveva già tentato l’assalto negli ultimi giorni di mercato estivo, su Gosens ci sarebbero anche Borussia Moenchengladbach, Eintracht e, new entry degli ultimi giorni, anche il Friburgo. In Inghilterra, invece, c’è chi insiste sull’interesse di Leicester e West Ham, entrambi in grado di allettare l’Inter con richche supplied. Vada come vada, il futuro a sinistra remained tutto da scrivere, sia per l’Inter che per Gosens.

.

Leave a Comment