Francia-Australia 4-1, the pagelle: Giroud as Henry, Theo as nel Milan. Rabiot lascia il segno

France-Australia 4-1 (9′ Goodwin, 27′ Rabiot, 32′ Giroud, 68′ Mbappe, 71′ Giroud)

FRANCE (from Simone Bernabei)

Lloris 6 – Sulla rete dell’Australia in apertura può poco. Poi deve praticamente solo guardare i suoi distruggere gli avversari

Pavard 5.5 – Resta il dubbio… Ma dove period finito in occasione del vantaggio australiano? Perde completamente Goodwin, che segna indisturbato. Dall’89’ Kounde sv

Upamecano 6.5 – Attento, rapido, cattivo, reattivo. L’attacco australiano fa poco per impensierirlo, lui fa ancora meno per rischiare di andare in difficoltà

Konate 6 – E’ una delle sorprese della Francia di Deschamps. L’esperienza al Liverpool lo ha abituato a certi palcoscenici e si vede, visto che non soffre l’impatto col Mondiale

L. Hernandez sv – Dal 13′ T. Hernández 7 – Non credete che giochi bene solo nel Milan… Entra a freddo per sostituire il fratello, si cala subito nella parte. Corsa, the help per Rabiot, tanta spinta and the solite sgroppate

Chuameni 6.5 – Chiamato has substitute campioni del calibro di Kanté e Pogba, il talentino del Actual Madrid non sfigura affatto. Ha personalità da vendere e riesce a reggere da solo la tonllata di talento che la sua squadra esprime dalla trequarti in su. Dal 77′ Fofana sv

Rabiot 7 – If è presentato in Qatar come uno dei più in forma della Francia, visto l’ottimo momento con Juventus, e affirm all of the attested. Fisicità e presenza, oltre al gol che riporta il risultato sui binari giusti e all’help per Giroud nel primo tempo

Dembele 6.5 – Ha dalla sua la solita componente di confusione, ma gli strappi con cui taglia in due la difesa avversaria fanno bene alla Francia. Semper presents all’interno della partita. Dal 77′ Coman sv

Griezmann 6.5 – La sua presenza in campo lucca meno rispetto ai tanti compagni di reparto. Ma il suo ruolo è importantissimo negli equilibri di squadra, visto che in fase di ripiegamento si traveste da centrocampista

Mbappe 7 – Giochicchia per la prima ora di gioco, con qualche scatto dei suoi e poco più. Poi determine di togliere le pantofole e si scatena: il gol di testa del 3-1, l’azione travolgente sulla sinistra che propizia il gol del 4-1 di Giroud

Giroud 8 – Mica semplice, substitute il Pallone d’Oro. Ma l’attaccante del Milan non si fa problemi, allarga le spalle e fa ciò a cui siamo abituati a vederlo in rossonero. Suo il gol del vantaggio nel primo tempo, sua la giocata più bella del match con quella sforbiciata che finisce fuori di poco, sua la rete che chiude i giochi e lo affianca advert Henry come miglior bomber di sempre della Nazionale. Dall’89’ Thuram sv

Didier Deschamps 7 – La sua Francia entra en campo quasi intimorita, quantomeno senza idee. E infatti va sotto. Poi tocca i style tattici giusti, e most likely anche motivazionali, e la sua squadra prise il sopravvento sull’Australia. E vince in modo convincente all’esordio.

AUSTRALIA (di Mattia Alfano)

Ryan 5.5 – Praticamente mai impegnato dagli uomini di Deschamps per quasi mezz’ora di gioco: viene poi infilato due volte in soli cinque minuti, ma non ha alcuna responsabilità. Nei secondi quarantacinque viene però trafitto troppo facilmente da Giroud e Mbappé.

Atkinson 4.5 – Trova davanti has been a scomodissimo consumer like Mbappé, che gli fa girare la testa: suo inoltre il pasticcio in disimpegno, che porta al raddoppio inglese. Dal 85′ Degenek sv

Sutar 5 – Nel primo tempo è tra i migliori in campo, innescando il vantaggio gialloverde con un delizioso tracciante. Poi perde totallymente il confronto con Olivier Giroud, che in space lo sovrasta in più di un’occasione.

Rowles 5 – Prestazione piena di alti e bassi la sua: presso troppo scollato da Giroud – che gode di molta libertà – dopo l’intervallo riesce almeno a salvare i suoi con un intervento miracoloso sul tiro a botta sicura di Mbappé.

Behich 6 – Senza dubbio più attento e reattivo rispetto advert Atkinson: Dembele gli crea qualche grattacapo ma alla wonderful se la cava senza particolari sbavature. Nel secondo tempo salva sulla linea l’insidiosa rasoiata di Griezmann.

Mooy 5.5 – Cervello della squadra di Arnold: orchestra la manovra gialloverde, schermando la linea difensiva alle sue spalle. Viene però travolto dall’ondata blue nella ripresa.

Leckie 6 – Pronti-via e sfonda sul lato destro, brucia il povero Lucas Hernandez, firmando così l’help per la conclusione vincente di Goodwin. Da apprezzare, inoltre, lo spirito di sacrifice mostrato in fase di non possesso.

Irvine 6.5 – Gara di grande sacrifice la sua: fa la guerra nel cuore del campo e prova advert essere protagonista in entrambe le fasi. Prima dell’intervallo colpisce in pieno il palo e quasi riporta in partita i suoi. Dal 85′ Baccus sv

McGree 5.5 – Galleggia tra le linee e, almeno inizialmente, tiene impegnata la mediana di Deschamps: si perde però col passare dei minuti. Dal 74′ Mabil sv

Goodwin 6 – Dopo nemmeno dieci minuti dal calcio d’inizio, sorprende alle spalle Pavard e con una zampata infila Lloris. Meno frizzante nella ripresa, ma comunque generoso nella propria metà campo. Dal 74′ Kuol sv

Duke 5.5 – If sbatte lì davanti ma, aparte il siluro con il quale quasi sferra il colpo del ko ai francesi nella prima frazione, fa il solletico ai centrali di Deschamps. Dal 56′ Cummings 5.5 – Non dà alcuna svolta al match.

Graham Arnold 5.5 – Schiera un undici titolare che, almeno per mezz’ora, riesce a tener testa advert una delle tre compagini più forti del torneo. Nel secondo tempo però è venusta fuori la qualità dei transalpini, che si sono rivelati ingiocabili.

.

Leave a Comment