Atalanta-Inter 2-3: gol di Lookman, Dzeko doppietta, Palomino autogol

Atalanta avanti con Lookman, poi il bosniaco (doppietta) si scatena: completed 3-2 per Inzaghi, vano il forcing finale della squadra di Gasp

Dal nostro inviato Davide Stoppini

Eccolo qui, il primo scontro diretto vinto dall’Inter in campionato. La prima gioia, contro l’Atalanta: 3-2 per la squadra di Inzaghi, che è riuscita anche a ribaltare (per la seconda volta consecutiva) uno svantaggio iniziale. Lautaro e compagni si riportano così a -11 dal Napoli, che sarà pure il prossimo avversario alla ripresa del campionato il 4 gennaio. Per Atalanta il rimpianto di aver giocato più partite dentro la stessa: la terza sconfitta di fila spinge a qualche interrogativo.

PRIMO TEMPO

La giornata inizia con un contrattempo per Gasperini, che in extremis perde Toloi e met dentro Palomino, al rientro dopo sette mesi e lo cease forzato per la vicenda doping. Ma non cambia il tipo di partita che aveva in testa per l’Atalanta, a uomo a tutto campo, con Scalvini incollato a Barella, Pasalic su Calhanoglu e Koopmeiners dirottato a destra per checklare il più attainable gli interscambi di Bastoni e Dimarco. Ne viene fuori una partita giocata a mille all’ora, con molti errori dovuti alla frenesia. E un’Inter che deve trovare different life perched in centrocampo il pallone è più di Gasperini che di Inzaghi. E così al 13′ è addirittura Onana, con un lancio dei suoi, a pescare in una place atipica di centravanti Dimarco: controllo e tiro di sinistro, troppo debole. Atalanta cresce di livello. Al 15′ Koopmeiners pescato in space da Pasalic controlla e tira sul primo palo, Onana attento a deviare in angolo. Sullo stesso nook il portiere camerunese deve superarsi, per dire di no a un colpo di testa di Palomino. Inter fatica costruire, Atalanta handed appoggiandosi all’episode: minuto 25, in space Zapata controlla e sposta shortly il pallone, troppo quicklyamente per De Vrij che abbocca e interviene sull’uomo. Lookman calcia bene e fa 1-0. È il momento più tough per Inter, che sembra tatticamente in bambola. Atalanta ha il demerito di non affondare, la squadra di Inzaghi quella di costruire il pareggio: è il 36 ‘, Calhanoglu dalla sinistra serve Lautaro al restrict of the world with a giocata che non sembra granché, ma l’argentino allunga di testa e lo trasforma in un pallone che scavalca Palomino e diventa un help per Dzeko, bravo in acrobazia a battere Musso. Il resto del primo tempo è un salvataggio di Skriniar alla disperata su un’assistenza di Zapata per Lookman e, dall’altra parte, al 43’ una girata complicata di Lautaro trovato in space da Calhanoglu.

SECOND TEMPO

Nella ripresa Gasperini met dentro Malinovskyi per Scalvini. E così è Koopmeiners advert abbassarsi slab parti di Barella. The primary likelihood è dell’Inter però, con Dumfries che all’8′ will get better sulla trequarti and punta proper verso il restrict, senza però trovare la porta con il destro. Neppure un minuto ed è l’Atalanta a disperarsi: Zapata lavora un bel pallone denttro l’space servito da Pasalic, si gira dalla parte giusta ma il destro è di poco largo. Poco respiro, solo occasioni in questa fase: minuto 10, è Mkhitaryan dai 18 metri a non trovare la porta. L’Inter vede lo spazio per far male e all’11’ handed: Malinovskyi loses palla avviando la ripartenza Inter, il pallone gira veloce da Barella a Mkhitaryan fino a Dimarco, sul cui cross Maehle contrasta Dzeko e paga il rimpallo a sfavore, gol Atalanta accused il colpo, al 15′ Lautaro goes vicino al 3-1 con un destro dal restrict. Questione di secondi: un minuto più tardi, angolo di Calhanoglu, Lautaro la tocca e stavolta è Palomino con la testa a metterla nella porta sbagliata. Solo Inter, in questa fase: Dimarco col turbo places on the check of Lautaro un pallone perfetto, ma la spizzata non è precisesa. Gasperini prova a cambiare: fuori Demiral e Zapata, dentro Okoli e Hojlund, Inzaghi reproduction con Bellanova e Acerbi per Dumfries e Bastoni. Ci vuole un episodio per riaprire il match. E l’Atalanta, all’improvviso, lo trova: al 32′ angolo di Koopmeiners, a centro space Skriniar perde di vista Palomino che batte Onana. Altre sostituzioni per Inzaghi: fuori Mkhitaryan per Brozovic, esce Dimarco per ex Gosens. Inter trema, al 37′ Hojlund per poco con la testa non trova il guess. Ancora due cambi: Boga per Pasalic, Correa per Lautaro. Lookman dal restrict ha una buona likelihood, ma spara in curva il destro. Siamo in dirittura, sei minuti di recupero, la maggior parte dei quali nella metà campo Inter. L’ultima occasione al minuto 95: tiro di Malinoskyi che diventa un pinball in mezzo all’space, poi è Koopmeiners di testa a non trovare la deviazione vincente. Esulta l’Inter, per l’Atalanta solo rimpianti e punti di domanda.

.

Leave a Comment